1.6 Consumo di suolo

TERRITORIO ED AMBIENTE

“Consumo di suolo “

Il consumo di suolo, sebbene ad oggi non ne esista una definizione unica, in generale può essere definito come quel processo antropogenico che prevede la progressiva trasformazione di superfici naturali od agricole mediante la realizzazione di costruzioni ed infrastrutture, e dove si presuppone che il ripristino dello stato ambientale preesistente sia molto difficile, se non impossibile, a causa della natura del stravolgimento della matrice terra.
Tale definizione si caratterizza in maniera negativa, poiché negativamente è percepito il problema della sottrazione di superfici naturali od agricole considerata la finitezza della s

Benchmark
Intendiamo utilizzare questa metodologia, basata sul confronto sistematico, che consente di compararsi con le altre migliori aree montane per apprendere da queste e conseguentemente per migliorare. Nel nostro caso il benchmarking lo faremo con le Provincie interamente montane dell’arco alpino italiano.

Consumo di suolo (Percentuale sulla superficie totale)
Provincia di Aosta: 2.91
Provincia di Sondrio: 3.23
Provincia di Trento: 4.89
Provincia di Bolzano: 4.25
Provincia di Belluno: 3.37
Provincia di Udine: 7.75
Provincia di Pordenone: 9.02

Area della Carnia: 3.66
Area Dolomiti Friulane: 6.42
Area Tarvisiano: 2.25

 

Tavola 1.6 a) Area della Carnia: consumo di suolo (Percentuale sulla superficie totale)

Nell’area della Carnia si rileva che con il 12% di suolo alterato, il Comune di Villa Santina è il Comune maggiormente antropizzato della Carnia, seguito da Tolmezzo con il valore di 8.51.

Forni di Sotto (0,86) e Forni di Sopra, (1,52) risultano invece essere i Comuni meno antropizzati dell’area. La media di consumo del suolo dell’area carnica si attesta al 3,66% di suolo modificato.

Comune 2015 2016
AMARO 5,75 5,75
AMPEZZO 2,12 2,12
ARTA TERME 4,15 4,15
CAVAZZO CARNICO 3,15 3,15
CERCIVENTO 4,02 4,02
COMEGLIANS 4,25 4,25
ENEMONZO 4,33 4,33
FORNI AVOLTRI 2,04 2,04
FORNI DI SOPRA 1,52 1,52
FORNI DI SOTTO 0,86 0,86
LAUCO 3,38 3,38
LIGOSULLO 2,40 2,40
OVARO 4,04 4,04
PALUZZA 3,23 3,23
PAULARO 2,36 2,36
PRATO CARNICO 2,14 2,14
PREONE 2,29 2,29
RAVASCLETTO 3,07 3,07
RAVEO 3,47 3,47
RIGOLATO 3,24 3,24
SAURIS 2,69 2,69
SOCCHIEVE 1,96 1,96
SUTRIO 5,53 5,53
TOLMEZZO 8,51 8,51
TREPPO CARNICO 3,13 3,13
VERZEGNIS 3,64 3,64
VILLA SANTINA 12,03 12,03
ZUGLIO 3,14 3,14
MEDIA AREA 3,66 3,66

Tavola 1.6 b) Area Canal del Ferro Val Canale: consumo di suolo (Percentuale sulla superficie totale)

Nell’area Canal del Ferro – Valcanale si rileva che la media dell’intera area è pari al 2.25% di suolo modificato dall’uomo.

Il Comune che ne ha modificato la superficie maggiore è il Comune di Tarvisio che raggiunge il valore di 3.35% e a pari merito con il Comune di Pontebba (2,90) e Resiutta con il 3.37 % .

Il Comune di Dogna, nonostante la Strada Statale 13, risulta essere il meno antropizzato dell’intera valle.

Comune 2015 2016
TARVISIO 3,34 3,35
MALBORGHETTO 2,62 2,62
PONTEBBA 2,90 2,90
DOGNA 1,11 1,11
CHIUSAFORTE 1,72 1,72
RESIUTTA 3,37 3,37
RESIA 1,48 1,48
MOGGIO UDINESE 1,48 1,48
MEDIA AREA 2,25 2,25

Tavola 1.5 c) Area Valli e Dolomiti Friulane: consumo di suolo (Percentuale sulla superficie totale)

Il valore percentuale dell’area è pari a 6.42% di suolo modificato.

A tali valori contribuiscono in modo particolare i Comuni di Vajont (36,94%), Maniago (11.39%), Fanna con 10.83%.

Mentre i Comuni meno antropizzati sono: Cimolais (0.75%) e Tramonti di Sopra con lo 0.66%.

Comune 2015 2016
ANDREIS 1,25 1,25
ARBA 8,48 8,48
BARCIS 1,01 1,01
CASTELNOVO DEL FRIULI 4,73 4,73
CAVASSO NUOVO 9,52 9,52
CIMOLAIS 0,75 0,75
CLAUT 0,98 0,98
CLAUZETTO 4,08 4,08
ERTO E CASSO 1,32 1,32
FANNA 10,83 10,83
FRISANCO 1,80 1,80
MANIAGO 11,39 11,40
MEDUNO 4,77 4,77
MONTEREALE VALCELLINA 7,20 7,20
PINZANO AL TAGLIAMENTO 8,66 8,67
SEQUALS 9,49 9,50
TRAMONTI DI SOPRA 0,66 0,66
TRAMONTI DI SOTTO 1,27 1,27
TRAVESIO 6,45 6,45
VAJONT 36,94 36,94
VITO D’ASIO 3,14 3,14
VIVARO 6,59 6,59
MEDIA AREA 6,42 6,42

 

 

ELABORAZIONI CRAMARS SU DATI ISTAT 2015/2016